Madonna Pellegrina – Parrocchia Natività di Maria Santissima – 2019

 

Sono diversi anni ormai che la statuina della Madonna Pellegrina, della nostra parrocchia, visita le case dei suoi parrocchiani. Ogni anno, nel mese di maggio, si ripete la consuetudine di andare a prendere la statuina nella casa della famiglia che la detiene per quel giorno, e di portarla nella propria casa dove è stato predisposto per Lei un altarino abbellito di fiori, luci, immagini sacre.. e dove sarà recitato il Santo Rosario magari con impostazioni sempre diverse.

Anche quest’anno, oltre ai soliti devoti, si sono aggiunte famiglie nuove e quindi case nuove e luoghi nuovi dove la Madonnina ha portato la sua presenza raccogliendo le preghiere di molti che così l’hanno conosciuta per la prima volta.

Inoltre quest’anno il nostro parroco don Federico, ha voluto dare ulteriore lustro all’avvenimento, accostando alla preghiera per il Santo Rosario anche la celebrazione della Santa Messa che, in quattro occasioni, si è celebrata nelle pubbliche piazze o in cortili annessi alle abitazioni, ma accessibili dalla strada, accogliendo molti meravigliati passanti e concretizzando così l’auspicio di Papa Francesco di creare una Chiesa che “esce”.

Il Rosario è un’arma che la Madonnina ci ha donato per combattere contro tutte le avversità che la vita ci presenta quotidianamente e che ci consente, se recitato quotidianamente, di avere la pace nel nostro cuore.

Nel ringraziare tutte le famiglie che hanno ospitato la statuina invoco un preghiera alla nostra cara Mamma Celeste che ci assista e guidi sempre nella strada che ci porterà ad averla sempre nel nostro cuore.

Sandro.

 

“Recitate ogni giorno il Rosario e avrete la pace”

“Figlia mia io sono la Vergine del Rosario: gioisco quando vedo che tu ne consigli la recita , almeno di una terza parte per onorarmi.”

 

Messa e Rosario in Via Gaverina – 3 maggio

Messa e Rosario in Via Lidia Bianchi – 4 maggio

Rosario Istituto San Giuseppe – Suore Caldee – 5 maggio

Messa e Rosario in Via Virginia Tonelli – 6 maggio

Messa e Rosario in Via Ancilla Marighetto – 7 maggio

 

Rosario presso la famiglia Vallemani Venanzina – 10 maggio

Rosario presso la famiglia Bonomo Maria – 11 maggio

Rosario presso la famiglia Medros Filomena – 14 maggio

Rosario presso la famiglia Pompeo Maria – 16 maggio

Rosario presso la famiglia Russo Andrea – 17 maggio

Festa Maria Ausiliatrice 24mag19

Rosario presso la famiglia Pedone Oronzo – 26 maggio

Rosario presso l’abitazione dei nostri sacerdoti – 27 maggio

Rosario presso la famiglia Maiarelli Virgilio – 28 maggio

Rosario presso la famiglia Alessi Giuseppina – 29 maggio

Rosario presso la famiglia Montesanto Giuseppina – 30 maggio

O Vergine Santa, o Maria, Madre tenere,

volgi oggi pietosa il tuo sovrano sguardo verso l’anima mia,

che invoca il tuo materno soccorso!

Qui, inginocchiato ai tuoi piedi, davanti agli angeli ti prego:

liberami, o Madre, liberami dalla confusione del peccato!

Liberami dalla paura e ridonami fiducia,

liberami dallo sconforto per avere la pace del cielo,

liberami dal disordine del cuore e indirizzami al volere di Dio,

concedimi la speranza, che rinasce dal tuo materno abbraccio!

Io oggi lo cerco e lo sospiro questo abbraccio e questo tuo sguardo:

in esso apprenda l’arte del santo abbandono a Dio!

Nel santo tuo abbraccio, fiducioso, ti invoco:

quando infuria la battaglia e si leva alta la tempesta,

vieni in mio soccorso, liberami, o Potente Signora!

Nei pericoli, nelle insidie, nelle tentazioni, nelle prove,

nelle desolazioni, nei tanti travagli della vita interiore,

vieni in mio aiuto, proteggimi, o Maria!

Quante difficoltà vanno superate per giungere all’unione con Dio:

sii Tu a garantirne l’approdo felice!

Dalla tiepidezza, dall’abitudine nella preghiera,

dalla disaffezione,dall’instabilità interiore,

dalla vecchiezza spirituale, dalla doppiezza di cuore,

dal fascino delle ricchezze, dall’ingordigia dell’amore proprio

liberami, guardami, o Maria!

E poi ancora proteggimi dai ripetuti attacchi del maligno;

vinci Satana, vincilo, o Maria! Sgomina le sue trame rivolte all’anima mia!

Vuole egli allontanarmi da Dio e Tu impediscilo ora e sempre!

Vengo ancora a pregarti fiducioso, o Madre del Paradiso:

quando tutto crolla, quando l’angoscia stringe il cuore,

quando avanza oscura la notte, e la croce pesa sulle spalle,

vieni Tu, e sorridimi o Vergine!

Il tuo sorriso materno ridoni fiducia,

rinvigorisca lo slancio di fede,

rinnovi l’impulso alla santità!

Nel tuo Cuore diventi dolce soffrire per Cristo, soave il

Martirio nascosto del cuore.

Sotto la tua tutela, più ardenti desideri di patire sgorgheranno

E con Te bacerò la croce che Dio mi dona.

Ponimi Tu stessa con Gesù sulla croce, nel luogo più caro al cielo,

alla scuola della perfezione!

Regalami la scienza sublime del soffrire con amore e in silenzio!

Come Tu, o Maria, ti offristi a Dio sul Calvario,

anch’io mi dono oggi al cielo col tuo materno aiuto!

E mentre Gesù viene a consolare, Tu, o Vergine del Mistero,

fammelo amare ancora e sempre come il Bene più grande!

Poni il mio povero cuore in ascolto dei richiami del Verbo,

Pellegrino Solitario! La sua melodia interiore

Diventi cara all’anima mia!

Tu, discepola esperta del Vangelo,

regala infine alla sola scintilla delle vive fiamme

del santo e puro amore da cui il tuo Cuore è sempre divorato,

perché anch’io sia consumato dall’amore di Dio!

Oh! Le fiamme  del tuo Cuore immacolato, l’ardente tuo trasporto per il cielo!

Ricorda, Madre: una sola scintilla,una sola!

Fammi bere fuoco che irrori gli slanci inappagati di un cuore sitibondo di Dio!

E anch’io arderò finalmente di serafici trasporti!

Un’ultima grazia ti domando, o Nobile Madonna:

donami passione e trasporto per Gesù Sacramentato!

Che io lo custodisca come il tesoro più grande,

che lo adori come Presenza inabitante,

che avverta i palpiti  divoranti del suo Divino Cuore nascosto dentro l’Ostia!

Che lo ami, o Madre, con il tuo amore, lo guardi con i tuoi occhi.

Con la trasparenza immacolata del tuo Cuore,

ripari l’abbandono e i tanti Getsemani del Signore

nei nostri tabernacoli!

Lo accolga ancora nel fondo dell’anima mia,

in comunioni frequenti e trasformanti.

E poi, dopo i travagli della vita di fede,

fammi morire santamente, in compagnia degli angeli e dei santi.

Tra le tue braccia e nel tuo Cuore

Soave sarà il transito al cielo,

l’esodo, già avviato, verso Dio.

E da Te scortato,

accederò felice in paradiso

per cantare in eterno

il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo,

dentro il tuo cantico incessante d’amore. Amen

Credo, sette Pater, sette Ave e sette Gloria per le intenzioni della Regina della Pace

Sac. Alessandro M. Minutella

 

Di Sandro

Lascia un commento